Chirologia, i segni sulle linee e sul palmo della mano


La linea della Vita ci dà indicazioni importanti sugli avvenimenti che la segnano.

Segni comuni presenti sulle linee ma talora anche presenti indipendentemente sul palmo sono:

i punti (4),

le decolorazioni,

i reticoli (2),

le isole (7),

o gli incroci (6).

Tutti segni che indicano avvenimenti che interagiscono creando interruzioni, deviazioni, distrazioni o rallentamenti nel nostro cammino.

Per alcuni autori questi segni sono conseguenza di una ridotta ‘salute’, intesa come un minor equilibrio psico-fisico che ci impedisce di affrontare con le giuste energie i normali eventi della vita.

Questo modo di interpretare i segni della mano non considera gli eventi riportati sul palmo come brutti o belli, piacevoli o non piacevoli ma solo come situazioni che siamo o non siamo preparati ad affrontare. 

Perciò non sono gli eventi che sono spiacevoli di per se. E’ lo stato d’animo in cui li affrontiamo che definisce il loro effetto su di noi. E’ fondamentale perciò il modo in cui affrontiamo l’evento. insomma abbiamo un Destino ma dipende da noi come lo affrontiamo.

Il presupposto di questo modo di vedere la vita è che siamo noi i responsabili della nostra ‘salute’.

Perciò attraverso le opportune precauzioni a adattamenti siamo in grado di superare e di ridurre eventuali ostacoli.

Un esempio: un segno di decolorazione sulla linea della Vita indica una probabile malattia conseguenza di un’alimentazione non corretta o di un ambiente di vita insalubre; se si persiste nelle stesse condizioni la malattia farà il suo corso, mentre se si prendono gli opportuni provvedimenti, ponendo maggior attenzione allo stile di vita, si perseguiranno due scopi: 1) si farà prevenzione riducendo le probabilità di ammalarsi, 2) si ridurranno le eventuali conseguenze della malattia su un organismo debilitato, qualora ci si ammalasse, velocizzando il recupero.

Per altri autori invece l’evento segnato nelle nostre linee è un carico karmico, cioè un’esperienza (bella o brutta) che siamo destinati a vivere per poter acquisire consapevolezza di un dato lato del nostro carattere.

Attraverso l’esperienza potremo così evolvere ad una maggior consapevolezza e quindi capire che la difficoltà nasce solo dalla nostra limitata visione del bene e del male.

Questo modo di vedere i fatti della vita considera il bene e il male come situazioni inscindibili e perciò entrambi necessari al vivere quotidiano. Inscindibili ma soprattutto relativi.

Un esempio è il film ‘Sliding doors’, ovvero porte girevoli, dove ad ogni uscita da una porta girevole (un artificio per indicare che anche una minima scelta come girare a destra o a sinistra attorno ad un ostacolo può cambiare il corso della vita) gli avvenimenti della vita della persona cambiano direzione in maniera incredibile.

L’insegnamento che la Chirologia porta con se è che l’essere umano deve saper gioire di entrambi (bene e male) in quanto ineliminabili.

Un esempio: a volte un incidente o una malattia ci permette di arrestarci fisicamente e mentalmente e riflettere su quale è la strada percorsa nella vita fino a quel momento. Se la riflessione è efficace, spesso si sceglie di cambiare atteggiamento verso la vita, ponendo più attenzione alle persone e agli affetti.

Datare gli avvenimenti per poter prendere provvedimenti è quindi l’aiuto che ci dà la lettura palmare per prepararci ad un possibile evento cambiando il nostro atteggiamento, se volessimo evitare l’esito della prova.

I metodi di datazione e alcuni riferimenti sull’importanza dei segni sono presentati negli altri articoli pubblicati.

Per informazioni sui corsi e sulla lettura palmare personalizzata invia un messaggio con Whatsapp al 3474846390.

@Chirologia la linea della Fortuna o del Sole nella lettura della mano


La linea del Sole o della Fortuna è anche chiamata linea di Apollo.
È considerata la linea sorella della linea del Destino. Per coloro che non hanno una linea del Destino, questa linea la compensa.

La linea del Sole indica una persona brillante, artistica e attrattiva.

Posizione
La linea del Sole inizia dal monte della Luna e sale fino alla base dell’anulare.
Se si estende dal polso alla linea della Testa mostra la possibilità di fama fin dalla giovane età.
Se la linea del Sole va dalla linea della Testa fino alla linea del Cuore mostra fortuna tra l’adolescenza e i trent’anni.
Se la linea del Sole parte dalla linea del Cuore e va fino alla base dell’anulare, è probabile che la persona raggiunga la fama dai quarant’anni fino alla fine della vita.
Le Persone con la linea del Sole sono inclini all’arte, alla letteratura e alla scrittura

In alcuni casi la linea del Sole non è visibile che per metà, perciò molto probabilmente la persona otterrà fama nella seconda metà della sua vita.
Di solito, la linea del Destino è responsabile della quota di fortuna nella propria vita, ma se è assente, la linea del Sole può aiutare a raggiungere fortuna e prosperità.

Variazioni della linea

Stella: se c’è una stella sulla linea del Sole, assicura grande fama e fortuna alla persona
Isola: se c’è un’isola sulla linea del Sole, è probabile che la persona sia depressa in quel periodo di tempo.
Biforcazione: se c’è una biforcazione sulla linea del Sole, porterà ostacoli nella vita professionale.
Punti: un punto sulla linea del Sole indica difficoltà di relazione con altre persone che interferisce con il successo.

Tipi di linea solare

Troppo breve: le persone con una linea solare troppo breve hanno una vita normale.
Assente: non c’è facilità a raggiungere il successo anche se ci si impegna.
Linea ben evidente: una chiara linea solare indica un’inclinazione verso l’arte e la letteratura.

Terminazioni della linea solare

Se la linea del Sole termina sulla linea del Cuore, la persona è considerata una persona molto generosa.
Le persone che hanno la linea del Sole che termina sulla linea della Testa sono considerate brave, studiose e intelligenti.
Fortunatamente, le persone che hanno la linea del Sole che termina sulla linea del Destino hanno alte probabilità di essere popolari a qualsiasi età.
La linea del Sole si divide come una forchetta all’inizio o alla fine indica che la persona godrà di una vita felice e ricca.

Con Interruzioni o spezzettamenti della linea, la persona conosce molti tipi di abilità ma non ne è un maestro.
Croce sulla linea del Sole indica una brusca interruzione della capacità creativa.
Una linea del Sole ondulata mostra che la persona è una persona colta ma distratta.

Guarda il video su YouTube:

Come fare per capire da se la lettura della mano


Un argomento a se è l’interesse che le persone hanno di apprendere la lettura della mano in maniera indipendente.

Questo è un obiettivo possibile. Per iniziare a conoscerti da te prima di affrontare un impegno, una scelta, più dedicata come la lettura altrui. Ci può essere la volontà, il desiderio di scoprire alcune delle conoscenze base della chirologia per iniziare ad apprendere come leggere la mano in maniera autonoma.
Cosa è importante sapere? Cosa bisogna fare per potersi rendere autonomi?

Innanzitutto è necessario imparare quali sono le regole della lettura della mano. E’ importante avere una struttura per poter fare una lettura che abbia un senso e per poter usare le regole bisogna avere anche gli strumenti, cioè conoscere gli strumenti.

Quali sono gli strumenti necessari per effettuare la lettura della mano? Per esempio semplicemente esercitarsi su delle foto di modo da avere più tempo per concentrarsi su quella che è la struttura della mano.

A questo punto è importante però conoscere qual è la mappa della mano e quindi avere a fronte di una foto di una mano anche una mappa che indica quali sono gli aspetti principali.

Il primo passo in sostanza è imparare ad avere gli strumenti, le mappe e conoscere le regole della lettura.

Quindi per fare una lettura è necessario anche imparare una sequenza in cui si selezionano quali sono gli argomenti più importanti, quali sono le linee e le forme delle strutture da vedere per prime.
In base a questa sequenza di lettura in cui si determinano quali sono gli elementi principali, gli elementi secondari e quelli di sostegno alla lettura che servono ad approfondire la lettura, in quanto la complessità della mano, dei dati che sono presenti nella mano sono effettivamente molti.

Quindi la sequenza ci porta a vedere quali sono gli aspetti principali da conoscere.

Ma anche l’ordine soprattutto in cui questi elementi vanno considerati.

Cosa guardare per prima cosa, per esempio, dipende in effetti se si vuole conoscere più il carattere della persona, se si voglio individuare i suoi talenti, quindi le sue competenze, se si vuole proporre una lettura che riguarda il futuro.
Quest’ultima lettura richiede l’individuazione di come questi questi talenti, questo carattere si porterà avanti nel tempo e con le possibili conseguenze.
Ovviamente sono tre letture completamente differenti.
Prima si effettua quella del carattere che è abbastanza costante nel tempo, quindi rappresenta la persona stessa.
In secondo luogo si leggono i talenti che riguardano gli aspetti, le capacità, che possono essere sviluppati o possono anche non essere mai stati sviluppati pur essendo presenti. Questa lettura pone un interessante quesito, ovvero perché e come si possono mettere in atto questi talenti?
Infine la terza lettura è la più impegnativa che deriva in fondo da quelli che sono le due precedenti e come queste si svilupperanno nel futuro, cioè come saranno gestite le potenzialità della persona e come il carattere inciderà sui cambiamenti nella vita.

Il terzo punto è come imparare i contenuti, ovvero come poter apprendere quelli che sono i contenuti più importanti.

Dobbiamo ottenere degli strumenti ma come li otteniamo questi strumenti?

Per esempio si possono cercare dei video su YouTube che sono sicuramente presenti e possono dare delle indicazioni lavoro. Sono anche ben fatti e danno la possibilità quindi di crearsi una propria conoscenza basata sull’osservazione, sulla spiegazione, di chi già ha queste conoscenze.
Questi contributi che possono essere ottenuti su YouTube sono chiaramente contenuti parlati; perciò è bene anche leggere, leggere, leggere.
Importante è leggere perché ti permette di concentrarti maggiormente.
Leggere permette di avere una maggiore distribuzione della conoscenza su vari aspetti; per esempio ci sono dei libri che trattano dell’ambito della mano per quanto riguarda l’amore , per quanto riguarda il lavoro, per quanto riguarda la salute.

Ogni testo affronta un aspetto specifico ma ci sono anche dei libri generalisti che contengono quasi tutto ma soprattutto scoprirete che ci sono diverse differenti interpretazioni.
Abbiamo una chirologia indiana, una chirologia francese, una cinese, giapponese, anche italiana.
Ci sono visioni diverse abbastanza personalizzate dall’autore; soprattutto le più antiche sono quelle più curiose ma anche che basano le interpretazioni su fatti che ormai non hanno più granché senso e quindi è importante capire cosa c’è di vecchio e cosa c’è di nuovo ma anche cosa può essere basato sulla pura superstizione.
Il nuovo ha la tendenza a categorizzare meglio gli aspetti dei giorni nostri.
Un esempio per tutti è la linea della fortuna che in passato era una linea chiaramente molto difficile da avere; poteva risolversi in maniera abbastanza semplice come il fatto di poter semplicemente lavorare tutta la vita mentre oggi la linea fortuna può voler dire avere la pensione. E’ quindi un dato molto più concreto, più presente in tutti, è abbastanza comune tutto sommato.
Un altro aspetto importante è quello di iniziare a consultare un chirologo professionista, cioè chi fa di professione la lettura della mano, che può dare delle indicazioni utili soprattutto su se stessi per auto interpretarsi, quindi per conoscersi meglio e imparare anche a capire qual è la propria area di comprensione maggiore.
Magari si è dotati ma in generale si fa abbastanza fatica a comprendersi.
Leggersi da soli è sempre difficile, meglio leggere gli altri perché si più distaccati e avere quindi un chirologo professionista che dà delle indicazioni è sicuramente un aiuto maggiore.
Un altro aspetto che dobbiamo considerare è che dopo aver fatto questo percorso, aver visto dei video, è bene seguire dei video corsi o dei corsi in presenza che possono aiutare a capire meglio le parti fino a quel momento apprese.

Arriviamo all’ultimo punto. Sostanzialmente è bene capire quali sono le proprie qualità e cercare di professionalizzarsi per capire meglio in cosa siamo dotati.
Dedicarsi ad un aspetto fondamentale ma circoscritto, aiuta a interpretare meglio alcuni segni.

Per esempio dedicarsi magari all’interpretazione delle capacità potenzialità lavorative, così come invece ci sono delle persone che sono più interessate alla salute, quindi a identificare lo stato di salute nella lettura della mano. Questo interesse è abbastanza tipico delle discipline olistiche dove ci sono diverse tecniche riflessologiche che danno indicazioni sullo stato di salute delle persone.
Un altro aspetto ancora che interessa tutti sono i sentimenti, quindi l’amore, cioè il modo in cui si è in relazione, e le proprie potenzialità di sviluppo in questo campo.
Infine una parte molto complicata ma che interessa molti è appunto specializzarsi in quello che riguarda i figli. E’ un argomento abbastanza complicato e quindi ha necessità veramente di una lettura approfondita.

Questi i consigli per chi vuole apprendere autonomamente a leggersi la mano, che come dicevo è l’aspetto più difficile da fare. Però è meglio iniziare da se stessi proprio per avere un esempio a portata di mano da portare avanti per diverso tempo.

Mi auguro che questi consigli possano esservi stati utili!

questo sono consigli per chi vuole prendersi autonomamente capace di leggersi la mano che come dicevo è l’aspetto più difficile da fare però insomma si può iniziare anzi è meglio iniziare da se stessi proprio per avere un esempio a portata di mano da portare avanti per diverso tempo.

Mi auguro che questi consigli possano esservi utili.

Vedi il video su YouTube in cui spiego come fare: https://youtu.be/AjBtIGRnhE4

Per informazioni sui corsi individuali e di gruppo, in diretta o a distanza, e per la lettura personalizzata in presenza o a distanza, invia un messaggio WhatsApp al 3474846390

Corsi di Chirologia individuali a distanza


Ora puoi apprendere a leggere la mano anche INDIVIDUALMENTE A DISTANZA, grazie alle dispense, molto esplicative, al dettagliato materiale video a tua disposizione, alle applicazioni pratiche ed al sostegno del tutoraggio telefonico e via mail per i dubbi, le domande e l’approfondimento.

Puoi iscriverti e iniziare in qualsiasi momento e distribuire il programma nel tempo senza vincoli e in base alle tue preferenza ed alle tue esigenze personali.

È un corso teorico/pratico adatto a tutti e senza prerequisiti che ti consente di impostare correttamente la consultazione chirologica e di capire i segni e i simboli della mano.

Leggi il Programma in dettaglio

Tutta la conoscenza tradizionale dell’Oriente sulle leggi che regolano la vita della persona è racchiusa nella mappa della mano ovvero ciò che evolve nel significato ma non muta.

 Durante i secoli ed i millenni la Chirologia è stata studiata e commentata da culture diverse che ne hanno tratto insegnamento o, al contrario, incredulità. È una conoscenza prescientifica, una saggezza esperienziale ed una guida a cui tutti possono accedere per leggere dentro se stessi e ricevere indicazioni sull’appropriato atteggiamento da tenere e sulle azioni da intraprendere (o da auto-osservare) nel cammino della propria evoluzione personale.

L’obiettivo di questo corso è quello di fornire tutti gli elementi di base necessari ad intraprendere l’uso personale della lettura della mano e per comprendere il significato ed il valore odierno del modo meraviglioso di esercitare una conoscenza ancestrale:

Gli argomenti del piano di studi:

  •   Chirologia palmare
  •   Fisiognomica
  •   Teoria Yin / Yang
  •   Storia della Chirologia
  •   Elementi di Anatomia e Fisiologia energetica
  •   Fondamenti di Riflessologia
  •   Elementi di Comunicazione
  •   Metodi e tecniche del lavoro di studio
  •   Etica e deontologia professionale
  •   Profilo del Chirologo

Testo consigliato: Manuale pratico di chiromanzia. Ary Di Percsòra

È necessario avere apertura mentale, superare i preconcetti, lasciarsi ispirare; portare le foto delle proprie mani, un righello, un compasso.

Il corso è adatto a tutti e non ha prerequisiti. Chi già conosce ed utilizza la lettura della mano da autodidatta potrà comunque trarne utili conoscenze tecniche e un metodo più strutturato che gli consentiranno di potenziare ulteriormente il rapporto personale di confidenza ed empatia con la Chirologia. 

INFO ED ISCRIZIONI

Whatsapp 3474846390
e-mail: gbshiatsu@gmail.com 

La professione del Chirologo è regolata dalla legge 4/2013

Scrivici per maggiori informazioni o manda un messaggio whatsapp

Corso di Chirologia Umanistica Esperienziale


palmaIl Corso di Chirologia Umanistica Esperienziale inizia con un primo approccio introduttivo ma globale sulle caratteristiche della mano e la sua lettura.

Conoscere la mano nelle sue caratteristiche forme ed espressioni, apprenderne il simbolismo e sopratutto fare un’esperienza diretta della lettura delle proprie potenzialità, è il primo momento in cui ci si avvicina all’affascinante mondo della chirologia.

I moduli successivi approfondiscono i singoli aspetti necessari per acquisire una maggior disinvoltura e specializzazione nel riconoscere i segni e nell’interpretazione di essi secondo i metodi più riconosciuti. Continua a leggere

La lettura della mano in Chirologia


Se l’analisi della mano nella sua globalità tratteggia la tonalità di fondo della personalità e dell’esistenza del soggetto, le linee ne costituiscono per così dire un complemento, quel dettaglio, quel tocco finale da cui nasce la previsione di situazioni, malattie, eventi. Ogni linea rappresenta un settore particolare della nostra vita e del nostro corpo: esistenza in generale, fortuna, professione, amore, matrimonio, figli, salute; e per quanto concerne i vari settori del corpo, testa, cuore, apparato digerente. Naturalmente seguirne il corso non è sufficiente: in chirologia sono più le eccezioni che la normalità. Si può giungere ad affermare, con tranquillità, che ogni individuo, ogni mano, ogni linea rappresenta in un certo senso un caso a sé, con un proprio tracciato, una propria individualità che si discosta nettamente dalla teoria. Solo prendendola singolarmente, studiandone attentamente il colore, il corso, la struttura, i segni modificatori, i tagli, gli incroci, si giunge quindi a percepirne l’individualità, che rende ogni vita, ogni temperamento diverso da tutti gli altri.

La linea della Vita, ossia quella linea semicircolare che, iniziando sotto il monte di Giove, si conclude, dopo aver racchiuso il monte di Venere con un grande arco, vicino al polso; è tradizionalmente posta in relazione con la durata della vita, il suo corso, le malattie, la robustezza fisica e la vitalità del soggetto.
Linea di Marte o sorella della linea della vita: quando, accanto alla linea della vita ne compare un’altra parallela ad essa, la personalità si rivela forte, perseverante, coraggiosa e resistente. La sorella della vitale ne ripara le eventuali mancanze, ma se entrambe le linee sono brutte o anomale, i mali saranno doppi.
Linea della testa: nasce nello stesso punto di origine della linea della vita e, traversando orizzontalmente il palmo, termina sul monte di Marte o sul monte della Luna; informa sull’intelletto del soggetto, la memoria, l’apprendimento, la professione, le malattie e i disturbi legati alla testa.
Linea del cuore: l’origine di questa linea è molto controversa. Alcuni autori, infatti, la fanno iniziare sotto il monte di Mercurio e terminare sotto quello di Giove, altri affermano esattamente il contrario. La linea del cuore fornisce informazioni sull’affettività del soggetto, la sua vita sentimentale, le affezioni cardiache.
La linea del destino sale dal polso verso il dito medio e rappresenta la capacità di bilanciare le qualità logiche ed intuitive; se esiste è un buon auspicio di equilibrio personale e di ‘successo’ facilitato.
La linea dell’intuizione sale dal polso verso il dito mignolo e rappresenta la nostra capacità di intuire più che capire le situazioni che ci si presentano nella vita.

Segni presenti sul palmo, sui monti e sulle linee.
I segni presenti sulla mano ne modificano le qualità incidendo sulla capacità di trasmettere o meno un aspetto del carattere.
L’isola o fagiolo su una linea indica un abbassamento dell’energia vitale, un periodo di malessere o di stagnazione della vita.
Il quadrato, al contrario, ripara gli eventuali difetti dando un rinforzo ed ha, di solito su una linea debole o dopo un’interruzione, segno positivo.
La treccia ha una valore di difficoltà più esteso nel tempo della semplice isola perché ne aumenta la portata e rappresenta un periodo do debolezza fisica e un periodo di confusione mentale.
La barra o le barre indicano un impedimento, la difficoltà di portare a compimento un progetto o anche la difficoltà a sviluppare una capacità presente ma non attiva.
Il reticolo rappresenta energeticamente una palude da cui si fa fatica ad uscire; presente su monti e linee rappresenta la difficoltà di esercitare una qualità che si trascina nel tempo ed è più intensa della barra.
La stella può essere un evento positivo o negativo perché rappresenta una grande concentrazione di energia che ‘esplode’ in un dato punto della vita, quindi colpo di fortuna o colpo apoplettico, dipende da dove si trova.
La croce ha segno di difficoltà e di impedimento sopratutto a fine linea dove rappresenta un evento sfortunato e quindi un possibile fallimento dei propri progetti..

Le dita
Il pollice è sinonimo di volontà. Più è robusto in relazione alla mano e alle altre dita, più esprime un carattere forte. Viceversa se è debole.
Se nel distanziare il pollice dalle altre dita si forma agevolmente un angolo di 90° la persona è flessibile e aperta alle proposte altrui. Se si apre oltre 90°, indica un carattere debole, facilmente influenzabile, mentre se inferiore di 90° indica rigidità mentale e difficoltà a capire i bisogni altrui.
L’indice è il dito dell’ego, del bisogno di espressione personale. Se è lungo come il medio indica una grande necessità di espressione personale, sino all’egoismo.
Il medio, il dito dell’equilibrio, rappresenta la nostra capacità di bilanciare conscio e inconscio. E’ di solito più lungo delle altre dita e dritto.
L’anulare, il dito dell’arte, della fortuna e della capacità di acquisire le cose del mondo senza sforzo. Di solito è lungo quanto l’indice, se più lungo prevale la predisposizione a farsi portare dagli eventi anziché guidarli.
Il mignolo, il dito della scienza, dell’intuito e del curatore, nonché del mercante. Dovrebbe essere lungo quanto il pollice. Se prevale il mignolo, l’intuito è più forte3 della volontà e viceversa. Se sono uguali il carattere è pacifico.

La mano “prevalente”
E’ sempre necessario osservare entrambe le mani e confrontare le linee presenti nella mano sinistra con quelle nella mano destra per definire quali siano le giuste corrispondenze tra linee e avvenimenti.
Questo vi servirà comunque a poco, se non avrete posto attenzione a quale mano è prevalente.
In generale per la scrittura questa è la mano destra, mentre i mancini tenderebbero ad utilizzare la mano sinistra se, come spesso avviene, non fossero stati indirizzati all’uso della destra.
Ciò che in realtà interessa è conoscere quale mano è prevalente anche per la gestualità ed ogni altra azione abituale.
È perciò opportuno incrociare le mani, intrecciando le dita: il pollice della mano prevalente rimane al di sopra dell’altro. Questo può essere un ulteriore dato da confrontare con il precedente per decidere quale è la mano prevalente. In caso di contrasto va tenuto conto quanto segue:
nella mano non prevalente le linee (e le loro terminazioni) rimangono pressoché immutate negli anni e mostrano le caratteristiche innate, mentre nella mano prevalente si discostano dal modello ancora presente nell’altra mano, esprimendo in tal modo le caratteristiche acquisite.

Forma delle mani
La mano quadrata indica spirito pratico, senso di responsabilità.
La mano a spatola, stretta alla base del palmo e larga alle dita, indica eccessivo nervosismo.
La mano conica o a spatola rovesciata, larga alla base del palmo e stretta alle dita, indica energia rivolta alle realtà materiali.
La mano rettangolare, dal palmo più lungo che largo, indica temperamento più rivolto all’investigazione intellettuale.

La mano stretta, cioè svasata inoltre rappresenta un carattere introverso mentre la mano larga, cioè tondeggiante, rappresenta un carattere estroverso.

per info Whatsapp 3474846390

Chirologia. Segui il tuo destino!


La mano è la mappa della vita: il carattere e gli eventi incidono i loro segni che si modificano nel tempo. Una scienza antichissima, la chirologia, insegna a decifrarne i segreti.
La chirologia (dal greco keiros, mano, e logos, studio) è una scienza quanto una vera e propria arte che si fonda su esperienze realizzate ed osservazioni compiute nel corso di millenni in culture e società differenti.
Attraverso vari metodi di analisi armonizzati secondo un metodo preciso la Chirologia ci permette di conoscere la mano nelle sue caratteristiche forme ed espressioni, apprenderne il simbolismo e sopratutto fare un’esperienza diretta della lettura delle proprie potenzialità.
Il primo momento in cui ci si avvicina all’affascinante mondo della chirologia si scopre uno favoloso strumento per andare alla scoperta della personalità e, in certa misura, del destino di ognuno.
Oggi la chirologia si propone con una visione innovativa adeguata alle domande ed esigenze dei nostri giorni.
Tre sono tre linee principali, presenti in quasi tutte le mani, che a cui ci si riferisce per dare l’interpretazione principale della personalità: la linea del Cuore, della Testa e della Vita.

Queste tre linee principali rappresentano le nostre caratteristiche di base: il corpo, la mente e lo spirito o altrimenti l’espressione della salute, della razionalità e della sessualità.

‘Non si comprendono le profezie se non quando le cose sono accadute’.

 

La quiromancia, quiromancía, quirología o, en la cultura popular, lectura de la palma es el intento de adivinación a través de la lectura de las líneas de la mano. El término deriva del griego χείρ y μαντεία. Es una rama de la quirología y se centra en el estudio de las líneas y montes que se hallan en las palmas de las manos que, por medio de la observación, revelan supuestamente el perfil psicológico y fisiológico de una persona. Aunque suele ir íntimamente ligada a la adivinación y a las ciencias ocultas, siempre ha existido una cierta aceptación popular. La práctica se encuentra en todo el mundo, con numerosas variaciones culturales. Comúnmente, es denominada como leer la mano o leer las manos, aunque también se le conoce como echar, leer o decir la buenaventura. Aquellos que la practican se denominan generalmente palmistas, lectores de palmas, analistas de la mano o quirologistas.

La linea della testa di Mario


Oggi rispondiamo al quesito di un nostro lettore, Mario, che ci richiede l’interpretazione della linea della Testa.
‘Ti invio foto delle mie mani sx e dx mi puoi dire qualcosa sulla linea della testa ? Sono un appassionato anche se non leggo le mani perchè non così bravo da farlo, grazie Mario.’

La linea di testa: più è chiara e lunga, meglio è.
La linea della testa riflette l’intelligenza e la mentalità di una persona. Di solito inizia tra l’indice e il pollice (sotto la linea del Cuore) e poi si estende all’altro lato del palmo, sembrando che stia dividendo il palmo a metà.

La linea della Testa di Mario in entrambe le mani è leggermente curva, continua, con piccole sbavature, senza interruzioni.
Alla partenza è unita alla linea della Vita, segno di ricerca del consenso, di compartecipazione, di condivisione.
Si estende nel palmo curvando leggermente verso il basso, segno di mente flessibile, curiosa.
La linea è continua, segno di perseveranza, senza divaricazione, segno di stabilità.
Linea lunga, segno di acume, con piccole sbavature e puntini sotto l’anulare, segno di lievi difficoltà in un periodo attorno ai 40 anni, che però non lasciano segni ulteriori.

Nell’insieme una bella linea con caratteristiche di buona salute.

La Psicochirologia


La psicochirologia, attraverso lo studio delle mani, analizza la struttura del carattere della persona, il temperamento, le potenzialità, il talento individuale, cioè la vera natura seppellita sotto infinite zavorre.
Diventa ciò che sei!
Con queste parole di Pindaro iniziava un libro di psicochirologia perché questa nobile arte ha come scopo non solo di interpretare e analizzare ma anche di indicare la strada che conduce alla realizzazione di sé, cioè di raggiungere una vera integrazione della personalità.
In questo processo di chiarificazione è necessario conoscere il legame con i propri antenati, cioè comprendere che la vita e il destino di una persona sono direttamente connessi non solo con le sue proprie tendenze ma pure con le esperienze vitali dei suoi avi.
La consapevolezza di questo legame aiuta a comprendere certi gravami e difficoltà che sembrano incomprensibili e quindi ad affrontarli.
Riveste quindi molta importanza la storia familiare della persona, come tutti i fatti di tipo biologico e psicologico ad essa connessi.
Secondo l’interpretazione di Spier (a differenza della interpretazione della maggioranza dei chirologia) la destra è la mano ancestrale in senso sia biologico che psicologico, poiché nel suo palmo mostra qualità, reazioni ed esperienze di quegli antenati a cui la persona è biologicamente e psicologicamente connessa. Il palmo della mano sinistra invece esprime la personalità individuale.
La connessione è biologicamente effettiva se le linee della destra si accordano con quelle della sinistra (una interpretazione con la quale tutti concordano), in questo caso i tratti sono ereditari. Se le linee delle due mani sono differenti, la connessione è solo di natura psicologica (e quindi l’influenza del mondo sta agendo su di noi, aggiungendo o togliendo possibilità e talenti).
Il confronto tra la mano destra e quella sinistra mostra il vero scopo interiore o missione di una persona, che va oltre il semplice dovere di fare il proprio lavoro secondo i propri talenti e le proprie capacità.
Ogni essere umano che è capace di sviluppo deve anche realizzare un compito individuale che non può essere realizzato da nessun altro.
Questo compito è intimamente collegato alle esistenze delle generazioni precedenti, ai fallimenti dei propri antenati nel risolvere certi problemi, all’evitare certe esperienze o a passare attraverso esperienze sbagliate. Questo compito individuale, che può essere messo in luce confrontando le due mani, rende unica la vita di un individuo e le dà significato.
Se lo scopo della Chirologia è quello di ripristinare le tendenze originarie, la libertà di agire in vista di un preciso scopo e la possibilità di muoversi nella vita seguendo la propria volontà, predire il futuro va nella direzione opposta, questo avviene sia con le predizioni negative ma anche positive che impedirebbe il genuino desiderio di conoscenza e crescita interiore, quindi predire il futuro significa escludere automaticamente una persona dalla partecipazione attiva alla propria crescita.
Infatti la lettura della mano va intesa principalmente come un altro modo di scoprire se stessi e di poter interpretare gli eventi attraverso la conoscenza di un proprio modo di procedere.
Se il fato (la predizione) è una conseguenza determinata da un agente esterno che agisce su una persona o su una entità, col destino (la lettura) l’entità partecipa attivamente alla conseguenza di un progetto che è direttamente correlato a sé stesso.
La partecipazione accade in tutta coscienza.

da un articolo di Loredana Taddei riveduto e ampliato.

I Talenti


La struttura della mano e delle dita, il pollice, la forma delle unghie nascondono dentro di sè le caratteristiche originali della nostra psiche e ci dicono quali sono i nostri talenti fondamentali nel lavoro e nel rapporto con gli altri.
Conoscere e interpretare queste caratteristiche ci permette di orientare al meglio le nostre energie.
L’opinione comune identifica la chirologia con l’interpretazione delle linee, dei rilievi e dei segni presenti sul palmo della mano.
Qualcuno, più attento o edotto in materia, aggiunge a questo la forma delle dita e della mano, le proporzioni, il colore.
Ma si può andare oltre, soffermandosi anche sugli atteggiamenti, il modo di porgere la mano, di stringerla, sulla sua consistenza, la sua temperatura.
Procedendo com’è logico dal generale al particolare, la chirologia comincia dunque da qui, dall’esame generale della mano, riservandosi un tuffo nel dettaglio solo in un secondo tempo.
 
In occasione di un corso di lettura della mano in Saluzzo (CN) preso il Centro Studi Santa Chiara mi è capitato di presentare la ricerca dei Talenti attraverso la lettura delle caratteristiche della mano: linee, dita, monti, anelli, forma, colore.
Sappiamo che il talènto significava originariamente una misura di massa e peso che, per evoluzione semantica dovuta alla nota «parabola dei talenti» (Matteo 25), nella quale i talenti affidati dal ‘Signore ai suoi servi’ sono simbolo dei doni dati da Dio all’uomo, divenne sinonimo di ingegno, predisposizione, capacità e doti intellettuali rilevanti, in quanto naturali e intese a particolari attività. Tuttavia il significato attuale è comprensivo anche di doti atletiche e di ingegno nell’uso del corpo, come molti sportivi dimostrano di avere in forma innata. 
Il giorno precedente al corso le persone presenti avevano ricevuto da un’altra persona, una lezione sui Talenti intesi come predisposizioni spirituali che erano individuabili attraverso una sorta di ricerca personale, esoterica.
Quindi la possibilità di leggerli come predefiniti nella struttura del corpo sembrò ai presenti una riduzione delle loro possibilità di ricercare la soddisfazione di un desiderio, come ad esempio la ‘scoperta’ di capacità nascoste.
Quanto di più evidente possiamo osservare attraverso la struttura del corpo che ci indirizza verso o ci predispone ad una specifica funzione?
 
Ad esempio i violoncellisti non hanno dita tozze, bensì lunghe e affusolate, così come mani forti e ampie sono una buona predisposizione per l’attività di massaggio.
 
Oltre alla forma della mano e delle dita dobbiamo prendere in considerazione le linee presenti sul palmo, la loro direzione e la loro struttura intrinseca. Alcuni ‘talenti’ o predisposizioni sono insiti nella presenza e nella direzione delle linee.
Una linea, la cosiddetta linea Simiana, presente nelle mani delle scimmie, rappresenta nell’uomo una particolare attribuzione del carattere verso una ridotta spiritualità, intesa come affettività universale verso tutta l’umanità.
 
Quindi dalle caratteristiche generali della mano si possono osservare le predisposizioni verso specifiche attività e risultati personali.
E’ importante comprendere però che, appunto come recita la parabola dei talenti, possiamo scegliere di usare o non usare queste abilità innate. 
Non usarle può essere inteso come un senso di sfiducia in se stessi mentre al contrario, l’uso dei propri talenti rafforza l’autostima.