Archivio

Archivio dell'autore

Le mani dei politici decidono il loro destino?

28 novembre 2017 Lascia un commento

Quale futuro è scritto nelle mani di un politico?
Osservando le mani dei personaggi politici odierni è possibile interpretare le loro caratteristiche, capacità, predisposizioni e “fortune”.

Divertiamoci ad osservare le mani di Matteo Renzi, Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Luigi Di Maio, i competitors delle prossime elezioni italiane nel 2018.
Se di qualcuno, come Matteo Renzi e Silvio Berlusconi, conosciamo già gli alti e i bassi livelli raggiunti, di Luigi Di Maio e Matteo Salvini conosciamo poco.
La lettura ci aiuterà a capire meglio le persone e il loro carattere in relazione alle scelte fatte e da fare.

Le foto disponibili di Matteo Renzi sono quasi sempre a mani chiuse. Renzi ama mostrare il pollice (è un capo), l’indice (è un protagonista) ma quasi mai espone i palmi in avanti: è uno che non cerca il consenso, istruisce con le mani, indica il cammino.
Nelle poche foto disponibili si evidenzia però che i palmi delle mani esprimono due diverse mappe (l’uomo non segue coerentemente le sue inclinazioni).
Nella mano sinistra si possono osservare segni che indicano un percorso politico più lento ma ricco di soddisfazioni. Nella mano destra si osserva una presa di potere precoce ed una conseguente instabilità.
Nel confronto tra i due percorsi è inevitabile notare che la necessità di un sostegno dal suo partito gli è indispensabile. Dovrà scendere a patti per mantenere la sua guida. Resterà in politica ma non realizzerà il suo intento di guidare da solo il partito.

Berlusconi ha ancora energia ed ha una vita lunga in prospettiva ma questa elezione sarà per lui l’ultima. La influenzerà, ne costruirà i dettagli ma non sarà più lui a guidare la coalizione come capo politico ma solo come padre nobile. Finiranno anche i suoi guai giudiziari. Le sue doti di stratega sono evidenti nelle forti linee ma ciò che lo guida non è la forza del capo bensì un forte appetito per le cose materiali, e altresì grande fantasia.
Le sue foto sono a palme aperte quasi a mostrare le sue doti principali di intrattenitore, di uomo dedito ad una causa. Uomo dotato di grande intelligenza, intuizione e fortuna, ha però troppa ambizione personale, perciò non lascerà dietro di se un ricordo di uomo saggio come vuol far credere.


ANSA/PAOLO MAGNI

Matteo Salvini già da giovane esponeva le sue mani al pubblico, come Berlusconi. Segno di certezza nel suo percorso. I due sono perciò vicini e probabilmente Salvini sarà colui che raccoglierà le qualità del Cavaliere. È quello che più si espone e perciò rischia di più, nel bene e nel male.
All’età di 44 anni è vicino al punto più importante della sua vita. Uomo che è nato e cresciuto nel suo partito, come si vede dai segni delle mani, ha poi deciso di liberarsi dai vincoli e di farne un suo partito. Una sfida che può sostenere ma che nel contempo ne esaurirà le forze non così elevate come quelle di Berlusconi. Anche il suo carisma e le sue capacità sono ridotte. Ha colto un’occasione che gli si è presentata ed ha buone probabilità di vincere le prossime elezioni ma rischia altresì di esaurire le sue forze molto presto, pur dopo essersi guadagnato un posto di spicco come leader. Ha un po’ più la stoffa del capo di Berlusconi ma meno di Renzi che resta il leader con il pollice più robusto.

Luigi Di Maio ha poche foto, da poco tempo presenta le sue mani al pubblico.
Osservando le sue mani si nota che espone solo la destra. Manca perciò un background da cui partire per evidenziare le sue origini. La sua mano destra però è presentata in maniera nitida e piena, quasi a volersi presentare con chiarezza. Ciò che colpisce subito nell’osservazione è che Luigi Di Maio non è un leader. Non c’è da stupirsi perché il partito/movimento è retto/sorretto da Grillo. Di Maio perciò non ha le qualità del leader perché non ne ha bisogno. Lo stesso movimento ha regole differenti dai partiti e in qualche modo si basa sulla collegialità.
Sarà Di Maio capace di reggere un’eventuale vittoria? La risposta più probabile è che non vincerà. Ciononostante i prossimi dieci anni gli saranno particolarmente favorevoli. Ha un buon carisma (pollice con falange unghiata sviluppata), ha buone capacità di rappresentanza ed una straordinaria capacità di visione creativa (linea della Testa molto incurvata).

Pur con la prudenza che tali pronostici siano alterati da visioni imperfette, le foto utilizzate sono le migliori disponibili.
Infine così come per tutti noi le vite dei politici sono influenzate dalla loro capacità di gestire le strutture e gli eventi storici che li circondano.

Vi darò un approfondimento degli scenari delle future elezioni con altre letture palmari dei possibili comprimari politici.

Annunci

Il campo della coscienza e i Monti della Chirologia



Si chiamano Monti le zone carnose ai bordi della mano che prendono a prestito la nomenclatura dei pianeti dell’astrologia. Tra questi pianeti son inclusi anche il Sole e la Luna anche se sono un astro e un satellite. Il monte di Marte ha una doppia presenza essendo situato in due diverse zone con le diverse qualità di ‘attività’ e ‘passività’. Secondo la chirologia karmica i monti rappresentano l’anima superconscia. Per interpretare le linee e il loro effetto è essenziale conoscere i Monti a cui esse si rivolgono.

Si pensa che i Monti rappresentino la vitalità, quindi influenzano la salute dell’individuo, ma sono anche considerati la zona di transizione tra l’inconscio (palmo) e il conscio (le dita). I monti perciò raccolgono le pulsioni, provenienti dall’inconscio, e le percezioni entranti dalle dita, che si coniugano in emozioni e nella capacità di porre nei rapporti una certa sensibilità o sentimento.

Espressione dei monti

Ciascun monte ha il ruolo di esprimere un comportamento specifico. Perciò l’espressione può essere molto emotiva ma poco sensibile, oppure arida, razionale. I monti pieni esprimono rapporti calorosi ed elevata sensibilità. Se un monte è più prominente degli altri, le sue qualità prevarranno su tutti. Spesso i monti si spostano e si uniscono tra loro, fondendo le qualità ma se sul monte sono presenti linee orizzontali, l’espressione dei sentimenti correlati sarà irta  di ostacoli.


Campo della  coscienza

I Monti sono collegati con il Superconscio.

Le Linee principali sono collegate con il Subconscio.

Le Linee minori o secondarie sono collegate con il Conscio.

I rapporti tra le linee e i monti sono perciò fondamentali per descrivere la personalità e l’espressione o meno dei Talenti personali.

Ad esempio, la linea della Vita che contorna il Monte di Venere può essere più curva se l’espressione del monte è più forte (simpatia) o diagonale se l’espressione del monte è ridotta (riservatezza).
Posizione dei Monti

Il monte di Venere si trova sull’eminenza tenar alla base del pollice.

Il monte della Luna si trova alla base del palmo sull’eminenza ipotenar.

Il monte di Marte ha due posizioni: il Marte interno tra il pollice e l’indice, all’inizio della linea della Vita; Il Marte esterno si trova tra il monte di Venere e il monte di Mercurio.

Il monte di Mercurio si trova sotto il mignolo.

Il monte del Sole o di Apollo si trova sotto l’anulare.

il monte di Saturno si trova sotto il medio.

Il monte di Giove si trova sotto l’indice.

La piana di Marte si trova al centro del palmo tra i due monti di Marte.

 

Le interazioni tra  i Monti e le Linee costituiscono un elemento di primaria importanza. Ad esempio, la linea della Testa può nascere più vicina o più lontana dal Monte di Giove specificando così se la persona è più indipendente o meno indipendente nel suo comportamento generale.

Categorie:chirologia

CORSO INTRODUTTIVO TEORICO/PRATICO DI CHIROLOGIA


CORSO INTRODUTTIVO TEORICO/PRATICO DI CHIROLOGIA

da mercoledì 5 aprile 2017 alle 19
per imparare ed approfondire l’utilizzo personale della lettura della mano, per comprendere il significato ed il valore odierno del più ancestrale fra i tesori della sapienza orientale
con Gianpiero Brusasco

è un corso adatto a tutti e si svolge in 3 incontri:
il mercoledì dalle 19 alle 22 (calendario: 5/4, 12/4, 19/4)
Programma: storia della chirologia; la mappa della mano, segni, linee, forma; modificazione delle linee nel corso della vita; rapporto tra la personalità, il carattere e i segni del palmo; influenza della volontà e del ‘destino’ negli avvenimenti della vita; conscio e inconscio; i talenti personali; l’energia fisica e mentale;
esempi pratici e dimostrazioni con i partecipanti
corso a numero chiuso (min 8 – max 12 partecipanti), prenotazione obbligatoria, iscrizione entro il giorno 01/04

quota di partecipazione: 150€
Info e prenotazioni:
DELBAC BONSAI snc – Corso Vittorio Emanuele II, 26/C – 10123 Torino
Tel. 011.5620717 cell. 335.8476723
info@delbacbonsai.it – http://www.delbacbonsai.it

Evento FaceBook

Consulti dimostrativi promozionali di I-Ching e di Chirologia il 4/2


I Ching, Numerologia Orientale e Feng Shui

I Ching - ruota di Re Wen 2Sabato 4 febbraio 2017, 11-13, 15-18
Consulti dimostrativi di I-Ching e di Chirologia,
per provare in prima persona gli strumenti pratici che l’antica saggezza mette a disposizione di ognuno di noi per compiere scelte ponderate e consapevoli,
con Gianpiero Brusasco (Chirologia) e Valter Vico (I-Ching),
al costo promozionale di 30€ (per 30 minuti)
(è consigliata la prenotazione)

Info e prenotazioni presso la sede:
DELBAC BONSAI snc – Corso Vittorio Emanuele II, 26/C – 10123 Torino
Tel. 011.5620717, cell. 335.8476723
info@delbacbonsai.itwww.delbacbonsai.it

View original post

Categorie:chirologia

Corso di Chirologia Umanistica Esperienziale


palmaIl Corso di Chirologia Umanistica Esperienziale inizia con un primo approccio introduttivo ma globale sulle caratteristiche della mano e la sua lettura.

Conoscere la mano nelle sue caratteristiche forme ed espressioni, apprenderne il simbolismo e sopratutto fare un’esperienza diretta della lettura delle proprie potenzialità, è il primo momento in cui ci si avvicina all’affascinante mondo della chirologia.

I moduli successivi approfondiscono i singoli aspetti necessari per acquisire una maggior disinvoltura e specializzazione nel riconoscere i segni e nell’interpretazione di essi secondo i metodi più riconosciuti.

Date 1° modulo: 30-31 luglio ore 10-17 e 20-21 agosto ore 10-17.

Leggi il modulo di_iscrizione al corso.

Continua a leggere …

Chirologia Umanistica Esperienziale


vignetta su chirologia e dnaIl 21, 22 maggio si è svolta a Torino alla Cascina Roccafranca la manifestazione “Ad Oriente di Torino“,  un ricco momento di incontro con l’Estremo Oriente fra curiosità e cultura, fra filosofia e movimento, fra mente e corpo.

In questa occasione, al sabato  alle 16,30, si è tenuta la conferenza:  ‘La mano, mappa della vita’ in cui è stata presentata per la prima volta la Chirologia Umanistica Esperienziale.

Il volantino degli eventi:

 

Categorie:chirologia

Mente conscia e inconscia: qual è la migliore?

18 febbraio 2016 1 commento

ideaGrazie al fatto che il nostro cervello ha felicemente combinato la nuova forma di controllo resa possibile dalla coscienza con quella che consisteva nella regolazione automatica inconscia, tali processi cerebrali più antichi, non coscienti, sono all’altezza dei compiti che devono eseguire per conto delle attività decisionali coscienti. Alcune evidenze utili possono essere ricavate da

uno studio interessante condotto dallo psicologo olandese Ap Dijksterhuis. Leggi tutto…

Categorie:chirologia
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: